Contrasto

(Fonte: Pathfinder Seconda Edizione: Manuale di Gioco pag. 458)

Alcuni effetti cercano di contrastare incantesimi, afflizioni, condizioni o altri effetti. Le prove di contrasto confrontano la potenza di due forze e determinano quale vince. Contrastando con successo un effetto lo si termina a meno che non sia diversamente indicato.

Quando tenti una prova di contrasto, somma il modificatore di abilità o gli altri modificatori appropriati alla tua prova contro la CD del bersaglio. Se stai contrastando un’afflizione, la CD è indicata nel suo blocco statistiche. Se è un incantesimo, usa la CD dell’incantatore. Il GM può inoltre calcolare una CD a seconda del livello dell’effetto del bersaglio. Per gli incantesimi, il modificatore alla prova di contrasto è il tuo modificatore caratteristica per il lancio di incantesimi più il tuo bonus di competenza nel lancio di incantesimi, più qualsiasi bonus e penalità che si applicano specificatamente alle prove di contrasto.

Ciò che puoi contrastare dipende dal risultato della prova e dal livello del bersaglio. Se un effetto è un incantesimo, il suo livello è il livello di contrasto; altrimenti, dimezza il suo livello e arrotonda per eccesso per determinare il livello di contrasto. Se il livello di un effetto non è chiaro e viene da una creatura, dimezza e arrotonda il livello di quest’ultima.

Successo Critico Contrasta il bersaglio se il suo livello di contrasto non è maggiore di più di 3 livelli rispetto al livello di contrasto del tuo effetto.
Successo Contrasta il bersaglio se il suo livello di contrasto non è maggiore di più di 1 livello rispetto al livello di contrasto del tuo effetto.
Fallimento Contrasta il bersaglio se il suo livello di contrasto è minore del livello di contrasto del tuo effetto.
Fallimento Critico Non riesci a contrastare il bersaglio.

Fonte: Counteracting