Veleni Alchemici

(Fonte: Pathfinder Seconda Edizione: Manuale di Gioco pag. 584)

I veleni alchemici sono potenti tossine, distillate o estratte da risorse naturali e rese più intense o più semplici da somministrare. Ogni blocco statistiche di un veleno include il Prezzo e le caratteristiche di una singola dose. Le dosi di veleno di norma sono conservate in una fiala o in qualche altro tipo di contenitore sicuro e protetto.

Applicare i veleni alchemici richiede l’azione Interagire, di solito serve una mano per versarlo nel cibo o per disperderlo nell’aria. Applicare un veleno a un’arma o a un altro tipo di oggetto richiede due mani, con una mano che tiene l’arma o l’oggetto. La voce Uso di un veleno indica il numero di mani necessarie per una tipica somministrazione, ma il GM potrebbe decidere che usarlo in altri modi potrebbe richiedere un funzionamento diverso.

Tutte le regole che spiegano come agiscono i veleni e le afflizioni iniziano a pag. 457. Una creatura tenta il tiro salvezza indicato non appena viene esposta al veleno; in caso di fallimento, la creatura avanza verso la fase 1 del veleno dopo che è trascorso il periodo di latenza indicato.

Alcuni veleni possiedono il tratto virulento, questo significa che il veleno è più difficile da rimuovere una volta che ha avuto effetto; vedere le Afflizioni Virulente a pagina 458.

Modalità di Esposizione

Ogni veleno alchemico ha uno dei seguenti tratti, che definiscono come una creatura può essere. esposta a quel veleno.

  • Contatto: Un veleno a contatto viene attivato spargendolo su un oggetto o direttamente sulla pelle di una creatura vivente. La prima creatura che tocca l’oggetto avvelenato deve tentare un tiro salvezza contro il veleno; se il veleno viene applicato direttamente, la creatura deve tentare immediatamente un tiro salvezza appena il veleno tocca la sua pelle. I veleni a contatto sono impossibili da applicare a una creatura tramite un attacco con un’arma, a causa delle loro modalità di somministrazione, senza avvelenarsi da soli.

  • Ingerito: Un veleno ingerito viene attivato applicandolo a cibo o bevande che saranno consumate da una creatura vivente, oppure versandolo direttamente nella sua bocca. Una creatura tenta un tiro salvezza contro quel veleno quando consuma il veleno o il cibo oppure le bevande avvelenate. Il tempo di latenza dei veleni da ingestione di solito spazia da 1 minuto a 1 giorno.

  • Inalato: Un veleno inalato viene attivato liberandolo dal suo contenitore. Una volta rilasciato, il veleno crea una nube che riempie un cubo con spigolo di 3 metri, la quale dura per 1 minuto o finché un forte vento non la disperde. Ogni creatura che entra in questa nube è esposta al veleno e deve tentare un tiro salvezza contro di esso; una creatura consapevole del veleno, prima di entrare nella nube, può usare una singola azione per trattenere il respiro e ottiene bonus di circostanza +2 ai tiri salvezza per 1 round.

  • Ferimento: Un veleno a ferimento viene attivato applicandolo a un’arma o a una munizione, e influenza il bersaglio del primo Colpo effettuato usando l’oggetto avvelenato. Se quel Colpo è un successo e infligge danni perforanti o taglienti, il bersaglio deve tentare un tiro salvezza contro il veleno. Se il Colpo è un fallimento, il bersaglio non è influenzato, però il veleno rimane sull’arma e puoi riprovare. In caso di fallimento critico o se il Colpo fallisce nell’infliggere danni taglienti o perforanti per qualche altro motivo, il veleno viene consumato però il bersaglio non è influenzato.

Lista dei Veleni Alchemici